Attività 2007

  1. 30 settembre 2007 Mostra/scambio dell'APAE Il
  2. 9/10 settembre 2007 TARTARUGHE BEACH
  3. 30 giugno e 1 luglio 2007 Squamata a Bologna
  4. 2/3 giugno 2007 Reptiles Day
  5. 17 maggio 2007 Inaugurazione Centro di recupero
  6. 05/06 maggio 2007 The Wild Italy Expò
  7. maggio 2007 Nuovo libro del TCI
  8. 28/29 aprile 2007 Tartaruga Day a Magenta
  9. 15 aprile 2007 Assemblea Ordinaria del TCI
  10. 21 aprile 2007 Ziva Praga
  11. 9/10/11 marzo 2007 Visita alla fiera di Hamm
  12. 9 febbraio 2007 Incontro a Roma

 

  1. 30 settembre 2007 Mostra/scambio dell'APAE
    Il TCI alla mostra/scambio di Padova, organizzata dall'associazione APAE, con i tavoli espositivi.
  2. 9/10 settembre 2007 TARTARUGHE BEACH
    Organizzazione della grande mostra TARTARUGHE BEACH 2007 nei padiglioni della fiera di Cesena .

    Grande !

    Sicuramente è l’aggettivo più azzeccato per l’edizione 2007 del TARTARUGHE BEACH !

    Grande in tutti i sensi :

    - Grande per la dimensione dei locali espositivi : 10.000mq
    - Grande per il numero di espositori : 214 (di cui 132 zona tartarughe e 82 zona bonsai)
    - Grande per il numero degli esemplari esposti : oltre 2.000
    - Grande per il numero e qualità delle specie esposte : 126
    - Grande per l’impegno dell’organizzazione, ancor di più se si pensa che sono tutti volontari
    - Grande per l’ordine, la qualità e quantità di teche e box esposti

    Come molti sanno, la manifestazione pur essendo giovane, nata nel 2002 , è in assoluto la più grande al mondo, specializzata sulle Testuggini .
    Essendo organizzata col paziente lavoro di tanti volontari, ogni anno si rinnova una forma di scommessa per far si che sia sempre all’altezza delle aspettative degli appassionati e visitatori.
    Per questa edizione l’impegno è stato veramente tanto, e non di meno le preoccupazioni di passare dai 4.000mq delle due precedenti edizioni a questi di ben 10.000; devo dire che una delle motivazioni che ci facevano ben sperare è dovuta dal fatto che ancora all’estero l’evento è ancora poco conosciuto, quindi coscienti di questo potenziale, abbiamo organizzato la “gita alla fiera di Hamm” in marzo, con il principale scopo di distribuire volantini e contattare gli espositori per pubblicizzare il nostro evento. Dopo di questo, alcuni soci, per conto del Tarta Club Italia, sono andati anche alla manifestazione “Ziva Praga” e all’incontro internazionale di Parigi, con lo stesso scopo .
    Tantissimi sono stati i contatti esteri e relativi inviti alle tante associazioni, che hanno visto la partecipazione delle importantissime German Chelonia Group e della EFTBA austriaca.
    Come sempre l’Associazione ha dato priorità a chi veniva solo per esporre gli esemplari, senza scopo di lucro, mettendo a disposizione gratuitamente tavoli arredati, box , teche e acquari.
    A differenza delle altre manifestazioni sui rettili, il regolamento è più restrittivo, con lo scopo di rispettare e salvaguardare sia il fragile ecosistema che le specie autoctone; per questo è vietata la vendita di esemplari acquatici al di sotto di 8cm, allo scopo di disincentivare la vendita di tutte quelle specie alloctone che si adattano al nostro clima, che ben sappiamo troppo spesso poi vengono abbandonate, d'altronde in linea con i nostri progetti, libri didattici gratuiti e centri di recupero; mentre per le specie che non si adattano al nostro clima è concessa una deroga. Altro divieto è la vendita delle Emys orbicularis, in quanto purtroppo ormai in diversi negozi sono a disposizione esemplari provenienti dall’est Europa, con caratteristiche morfologiche simili alle nostre autoctone ma di sottospecie diverse, quindi il rischio di inquinamento genetico è enorme.
    Ovviamente la manifestazione è stata arricchita da tante altre associazioni e stand, di Università, parchi e organizzazioni molto importanti (vedi il Parco Natura Viva di Verona, l’associazione ANEAM di Macerata, l’associazione Fondazione Cetacea Onlus , Università di Bologna, l’interessante società di genetica NGB ecc.).
    Per la prima volta la direzione ha organizzato un gruppo di persone con il compito di vigilare e controllare il rispetto del regolamento, per limitare al massimo i soliti “furbetti”, e finalmente quest’anno le schede semplificate con descrizione delle caratteristiche degli esemplari, venivano consegnate con le cessioni o vendite degli esemplari.
    Molto belli i tre grandi acquari acquistati e posizionati nella piazza in entrata e in fondo al locale, ovviamente stupendi gli esemplari esposti, a partire dalla favolosa tartaruga marina Caretta caretta messa a disposizione della Fondazione Cetacea di Riccione, che l’ha curata nei mesi precedenti e poi rilasciata in mare qualche giorno dopo la manifestazione ; di grande effetto anche la grande Amyda cartilaginea e la Carettochelys insculpta messe a disposizione dal socio Flavio Nicoletti.
    Di grande effetto anche i 4 grandi box nella piazzetta centrale contenenti “le giganti”: Geochelone (Centrochelys) sulcata , Geochelone gigantea e Geochelone(Stigmochelys)pardalis .
    Da non sottovalutare l’importanza dell’animazione didattica per i bimbi, che si è tenuta tutte le mattine e i pomeriggi (4 appuntamenti), che ha visto una grande partecipazione, per seguire un percorso didattico studiato dal Tarta Club Italia, che aveva preparato dei cartelloni con figure disegnate a “cartoon” miste a foto, con una nostra entusiasta socia/consigliera che illustrava e si aiutava con l’ausilio di un esemplare vivo di tartaruga, sotto l’attento interesse di tantissimi bambini e genitori .
    Anche quest’anno, al banco , l’Associazione ha distribuito in adozione, ai soci precedentemente selezionati, tante tartarughe sia acquatiche che terrestri.
    Sia all’entrata che al banco del TCI, sono stati distribuiti i nostri libricini a colori, didattici gratuiti, allo scopo di diffondere una cultura di rispetto e conoscenza di questi stupendi animali; e quest’anno, oltre a quello sulle acquatiche, c’era il nuovo sulle terrestri. E’ importante precisare che i libricini sono stati redatti e stampati con i proventi delle scorse edizioni del TARTARUGHE BEACH , chiunque ne volesse, li può prenotare, pagando solo le spese di spedizione, sul nostro sito alla pagina : http://www.tartaclubitalia.it/shop .
    Presentata in anteprima la nuova versione del portale del Tarta Club Italia, che dovrebbe essere attiva verso fine anno.
    Oltre alla presenza dei migliori editori di libri del settore quali Testudo Magazine e Reptilia, molto varia e fornita la disponibilità di libri sia in lingua Italiana che straniera.
    Come sempre affollatissimo il banco del Tarta Club Italia, sia per l’acquisto di gadget, magliette o libri, per le adozioni che per le iscrizioni all’associazione.
    Vi erano poi due grandi schermi in cui venivano proiettati continuamente, oltre al nuovo portale, due filmati, di cui uno del Tour alle Galapagos effettuato l’inverno scorso dall’associazione con un gruppo di soci, che oltre ad aver filmato scene stupende in zone con permessi speciali, hanno anche ripetutamente incontrato gli amici di “Turisti per caso” e visitato la mitica barca “Adriatica” ormeggiata a Puerto Aiora , e l’altro della socia Gisella Dessì, girato al bellissimo parco Acupulatta in Corsica.
    La manifestazione è stata poi arricchita da una grande sezione espositiva di bonsai : il Club Bonsai Forlì in collaborazione con il Coordinamento Bonsai Regionale Emilia Romagna e San Marino ha organizzato una mostra concorso fra le più ampie degli ultimi anni con 67 esemplari di Bonsai e 40 esemplari di Suiseki (pietre paesaggio). Gli 11 Club partecipanti provenienti da tutta la regione hanno presentato il meglio delle collezioni dei soci con curiosità rare come una vite sangiovese con i grappoli d’uva, un olivo carico di frutti ed una quercia con un diametro di tronca di 40 cm.
    La suggestione dell’immaginazione è stata il tema dell’esposizione Suiseki con pietre prevalentemente liguri che hanno in passato vinto anche premi nazionali, intrigando il numeroso pubblico di curiosi e appassionati.
    8 artisti hanno animato inoltre una mostra collegata ai temi della natura con esposizione di opere in legno, pietra e ceramica raku.
    Era presente un’area collegata con esemplari pre-bonsai per tutti coloro che volevano sperimentare l’esperienza di crearsi un bonsai personale.

    Sparsi nella mostra, oltre a stand e tavoli con oggetti artistici artigianali, c’erano anche diversi banchi per la vendita di piante grasse, tradizionalmente amate dalla maggior parte di appassionati di tartarughe .
    Le tradizionali conferenze sono state spostate al sabato sera a Cervia, in un Hotel nella vicinissima riviera, proprio per consentire anche agli espositori di poter partecipare; questo il programma della serata :
    h 21,00-21,15 Introduzione di Davide Urbinati (consigliere Tarta Club Italia)
    h 21,15-22,00 Dr. Harald Artner “Allevamento e riproduzione di Acanthochelys macrocephala”
    h 22,00-22,10 “Due parole” dello sponsor SERA Italia.
    h 22,10-22,40 Dr. Paolo Selleri “Allevamento consapevole: il ruolo del veterinario”
    h 22,40-23,10 Dr Giordano Nardini “Profilassi delle malattie infettive nell’allevamento delle testuggini”
    h 23,10-23,40 Dr. Sascha Pawlowski "Allevamento e riproduzione di Cuora flavomarginata ssp., da oltre13 anni"

    Il sabato alle ore 12, vi sono state le tradizionali premiazioni dei migliori esemplari e dei vari premi, questi i vincitori :
    Categoria Testudo hermanni :
    1° class. Adele Liberini
    2° class. Marino Russo
    3° class. Tamburini-Pezzi

    Categoria Testudo marginata
    1° class. Nazario Guiduzzi
    2° class. Galli Vincenzo
    3° class. Doriano Sega

    Categoria Testudo graeca
    1° class. Enrico Lucchetti
    2° class. Andrea Franzoi
    3° class. Marino Russo

    Categoria Esotiche terrestri
    1° class. Michele Bianchini con una Geochelone gigantea
    2° class. Marino Russo con una Geochelone (Stygmochelys) pardalis
    3° class. Enrico Pezzi con una Geochelone elegans

    Categorie Acquatiche
    1° class. Flavio Nicoletti con una Malaclemys terrapin
    2° class. Davide Carlino con una Staurotypus salvinii
    3° class. Michele Bianchini con una Geoclemys hamiltoni

    Categoria Palustri
    1° class. Nicola Martin con una Pyxidea mouhotii
    2° class. Marino Russo con una Geoemyda spengleri
    3° class. Yiuri Valeri e Gianluca D’Amico con una Cistoclemmys flavomarginata

    Il Premio speciale “Tarta Club Italia” per i migliori collaboratori, è andato agli instancabili Andrea Luison e Stefano Redaelli .

    Il Premio “Minardi” dedicato all’allevatore più simpatico o meritevole, è andato a Giorgio Giovannini .

    Ed in fine, il premio “Miglior Tatoo” è andato a Oddone Loschi.

    A questo punto un doveroso ringraziamento a tutti gli espositori, agli sponsor e soprattutto a tutti i volontari che hanno collaborato a far si che si svolgesse nel migliore dei modi questo “grande grande grande” evento, unico al mondo !!!!!!

    Unica nota stonata, purtroppo è stato il comportamento fuori da ogni buon senso degli agenti del Corpo Forestale dello Stato, che pur avendo da sempre la nostra piena collaborazione, si è accanito su cose superficiali e non sulla vera piaga che consiste nello scovare le attività dei bracconieri che solitamente agiscono al di fuori della manifestazione .

    Sul nostro sito ufficiale, trovate tutte le foto della manifestazione e tantissime info sul mondo delle tartarughe
    www.tartaclubitalia.it

    Naturalmente la “scommessa continua” !
  3. 30 giugno e 1 luglio 2007 Squamata a Bologna
    Il TCI alla mostra Squamata 2007 di Ozzano Emilia (Bo) con i tavoli espositivi.
  4. 2/3 giugno 2007 Reptiles Day
    Il TCI al Reptiles Day di Longarone con i tavoli espositivi.
  5. 17 maggio 2007 Inaugurazione Centro di recupero
    Inaugurazione del Centro di recupero tartarughe acquatiche alloctone del TCI, denominato "Pianura Cesenate" . In collaborazione col Consorzio di Bonifica Savio e Rubicone a cui va anche un vivo ringraziamento per il mega buffet organizzato e a tutti i sui entusiasti dipendenti che ci hanno dato una grossa mano, all’assessore del Comune di Cesena Leonardo Belli, alla D.ssa Roberta Maschio e a tutti i presenti . Inoltre un doveroso e sincero ringraziamento va all’amico e socio Daniele Domenichini (tecnico del Consorzio di Bonifica Savio- Rubicone), a cui vanno gran parte dei meriti per la riuscita dell’apertura del Centro di recupero. L’inaugurazione è stata veramente degna di un tale evento, con la presenza delle autorità, giornalisti, fotografi e appassionati . Abbiamo inserito i primi 40 esemplari nel centro, che si sono sparsi disorientati nel grande bacino; povere!!, se si pensa che quasi sempre queste provengono da situazioni pietose, alcune poi portano dei vistosi segni delle loro sofferenze(malformazioni del guscio). La qualità dell'acqua e la presenza di tantissimi pesci ed alghe, faciliterà molto presto l'acclimatamento delle nuove arrivate.
  6. 05/06 maggio 2007 The Wild Italy Expò
    Partecipazione del TCI alla fiera di Ferrara The Wild Italy Expò con i banchi espositivi.
  7. maggio 2007 Nuovo libro del TCI
    Pronto il nuovo libricino “Le Testuggini”
    In linea con quello dedicato alle tartarughe d’acqua, sempre a 16 pagine in formato A5, questa volta dedicato alle tartarughe terrestri .
    Ricco di 36 belle foto e con grafica ben curata.
    Come l’altro, nasce con lo scopo di far conoscere e rispettare le nostre “beniamine”, scoraggiando gli acquisti incauti e per cercare di salvaguardare le specie in natura. Ovviamente verranno distribuiti come “Copia omaggio”.
    Questo nuovo opuscolo, andrà ad arricchire gli stand del TCI alle varie feste e mostre di rappresentanza, speriamo che la gente ne faccia buon uso !
  8. 28/29 aprile 2007 Tartaruga Day a Magenta
    Tartaruge Day a Magenta (MI), organizzata dal TCI con la collaborazione dei soci della Lombardia, con responsabile dell'evento Stefano Redaelli.
    Due giorni di festa, dedicati alle tartarughe, all'interno di un grande Garden a Magenta, dove il TCI ha esposto tante tartarughe e distribuito tanti consigli utili.
  9. 15 aprile 2007 Assemblea Ordinaria del TCI
    Assemblea Ordinaria dei soci del Tarta Club Italia, alle ore 14,30 del 15 aprile 2007, nella sala dell' Ass.i.pro.v. , sita a Forlì in via Corso Diaz n. 49 .
  10. 21 aprile 2007 Ziva Praga
    Visita del TCI alla fiera di Praga denominata ZIVA Praga. Inviati "speciali" i soci Andrea Luison e Stefano Redaelli.
  11. 9/10/11 marzo 2007 Visita alla fiera di Hamm
    Visita alla fiera di Hamm: Terraristika Hamm Il mega pulman da 74 posti, stra-pieno.
    Alla fiera il Tarta Club Italia partecipa con i tavoli espositivi.
  12. 9 febbraio 2007 Incontro a Roma
    Una delegazione del TCI incontra a Roma i responsabili dell'Autorità di Gestione CITES e della Commissione Scientifica del Ministero dell'Ambiente della Tutela del Territorio e del Mare, per discutere delle norme sulle tartarughe .

 

 

 

Letto 2932 volte

In collaborazione con

Sponsor

www.zooBio.it

Contatti 

Tarta Club Italia
Via della Repubblica, 39a

47042 Cesenatico (FC)

Partita IVA: 03515480402 - C.F. 90049330401

Scrivi al TartaClubItalia.

Scrivi al Webmaster per problemi inerenti al sito.

Statistiche visite 

Oggi5333
Ieri5198
Questa settimana32525
Questo mese115739
Da sempre2202207
Powered by CoalaWeb
#5e5f72 #66fe00 #77b5b3 #dc1469 #232021 #a55778