Semplice incubatrice (Carmen Mele)

Semplice incubatrice (Carmen Mele)

Costruire un'incubatrice "casalinga" con materiali poco costosi, è molto semplice e alla portata di tutti.
La mia è collaudata da ben tre anni, e in questo tempo ho avuto il 100% delle nascite da uova fecondate.
Bisogna innanzitutto procurarsi un frigo portatile, di quelli rigidi da campeggio... chissà quanti di noi ne hanno uno buttato in cantina...

Se però proprio non riusciamo a recuperarlo, possiamo sempre comprarlo, il prezzo varia dagli 8 , ai 12, 13€.
Sul fondo mettiamo 5 bicchieri capovolti e riempiamo d'acqua fino al livello dei bicchieri.
Quattro serviranno per tenere la vaschetta, ed uno per controllare il livello dell'acqua.
Nell'acqua metteremo un riscaldatore per acquari: io consiglio uno da 50W, anche se da me ad Agosto fa talmente caldo che nemmeno uno da 30 va bene e sono costretta a spegnere addirittura l'incubatrice: le uova si schiudono ugualmente.

A questo punto bisogna vedere quante uova dovremo incubare: io ho iniziato con una vaschetta che poteva contenere una quarantina di uova, era un semplice contenitore per gelato, con dentro uno o due cm di sabbia sterilizzata nel microonde.

La poggiate sui 4 bicchieri e lasciate il quinto bene in evidenza in modo da controllare il livello dell'acqua.
Dovrete poi procurarvi un termometro con sonda: li potete trovare nei negozi di ricambi auto, oppure nei supermercati più forniti, sempre nel reparto auto.
Non costa molto neppure questo.
Mettete la sonda sulla sabbia e chiudete il coperchio lasciandolo spiragliato da un lato: questo serve sia per aerare l'interno, sia per evitare che la condensa ricada sulle uova.
La temperature deve rimanere stabile intorno ai 32 gradi, se volete ottenere più femmine, solo a questo punto potrete inserire le uova.
La durata d'incubazione si aggira intorno ai 55, 57 giorni.
Quest'anno ho avuto il bisogno di avere un'incubatrice che contenesse più uova: ho trovato in commercio quello che faceva al caso mio un ripiano forato portacorrispondenza!!

Sopra si può sistemare una o più vaschette da gelato, contenenti la sabbia e le uova, o anche solo quei contenitori portauova di quaglia che si trovano facilmente al supermercato con le uova dentro: un contenitore da sei può contenere, aperto, 12 uova, ed in un ripiano ci stanno ben 60 uova...

Quando le uova sono più di quelle che ci stanno in uno strato, procedo a sistemarle "a strati": prendo le uova che sono state deposte per prime da sotto, e le metto sopra quelle che sono state deposte per ultime, così che le prime a schiudersi saranno quelle bene in vista.
Spero che i miei consigli vi siano utili.

Letto 3819 volte

In collaborazione con

Sponsor

www.zooBio.it

Contatti 

Tarta Club Italia
Via della Repubblica, 39a

47042 Cesenatico (FC)

Partita IVA: 03515480402 - C.F. 90049330401

Scrivi al TartaClubItalia.

Scrivi al Webmaster per problemi inerenti al sito.

Statistiche visite 

Oggi2355
Ieri2488
Questa settimana9362
Questo mese62721
Da sempre2427033
Powered by CoalaWeb
#5e5f72 #66fe00 #77b5b3 #dc1469 #232021 #a55778